Mobilità elettrica: ecco le ultime novità

È finalmente arrivato il momento per la mobilità elettrica? Oppure siamo ancora nel regno della semi-fantascienza, in un vorrei ma non posso che attrae soltanto uno sparuto gruppo di automobilisti?

Siamo ad una svolta cruciale nel settore automotive, con le auto ad alimentazione classica – benzina e diesel – che sono finalmente e giustamente considerate troppo costose da alimentare e troppo inquinanti.

Si può davvero passare oggi all’auto elettrica senza più guardarsi indietro? Vediamolo insieme, rispondendo ai quattro quesiti più comuni di chi si interessa appunto al mondo della mobilità elettrica.

1. Sì, puoi coprire anche lunghe distanze

Sono – finalmente – lontani i tempi in cui era difficile percorrere con un’auto elettrica anche un tragitto di media lunghezza.

Sono migliorate le batterie, è migliorata l’efficienza dei sistemi di alimentazione e anche i consumi si sono ridotti molto.

Questo vuol dire che oggi viaggiare per 250 km senza ricarica è possibile e che una famiglia media italiana non si troverebbe a ricaricare la propria auto elettrica più di una volta a settimana.

Un vantaggio non da poco rispetto al passato, dove effettivamente si doveva rimanere maggiormente in balia della presenza – in tutti i luoghi dove siamo soliti recarci – delle colonnine di ricarica. Oggi anche se vuoi ricaricare sempre e soltanto nei luoghi della tua città, puoi condurre una vita assolutamente normale da proprietario di un’auto elettrica.

2. Si risparmia molto, è vero

I costi del carburante in Italia sono assolutamente fuori controllo e purtroppo continueranno ad esserlo anche il futuro. Le accise non verranno ridotte e il prezzo del petrolio, che oggi è quasi ai minimi storici, tornerà a salire.

Un quadro davvero poco edificante per chi è costretto ad alimentare la propria auto appunto a benzina senza piombo oppure a diesel.

I costi annuali del mantenimento dell’auto in questo senso sono, in Italia, tra i più elevati al mondo e non c’è possibilità di grandi risparmi, anche quando si scelgono vetture, modelli e allestimenti che fanno dell’efficienza il loro fiore all’occhiello.

I costi sono così alti da essere importanti anche per una famiglia con un discreto reddito.

Passare all’auto elettrica permette di risparmiare molto.

3. Sì, inquina meno

A meno di non prendere per buone ricerche strampalate e spesso finanziate da gruppi che hanno interesse nel petrolio, le auto elettriche inquinano davvero meno. Questo si traduce in un minore impatto sull’ambiente che ci circonda e sul mondo che lasceremo ai nostri figli.

Non è assolutamente una questione da poco. L’impatto delle attività umane sul pianeta è già molto alto e per questo motivo andrebbe ridotto il prima possibile.

Partire dalla propria auto è davvero la scelta giusta, soprattutto per chi ha davvero a cuore l’ambiente, desidera poter circolare sempre anche nei centri cittadini e non vuole restrizioni alla sua libertà.

Sì, sono un piacere da guidare

Se temi che senza il rombo del motore a scoppio della tua auto non ci sia piacere nella guida, sarai costretto sicuramente a ricrederti. In realtà guidare le auto elettriche è un vero piacere e anche i maggiori appassionati di auto classiche hanno dovuto, con il tempo, ricredersi.

Puoi toccare con mano cosa significa avere un veicolo silenzioso e dell’erogazione comunque molto interessante in una qualunque delle migliori concessionarie del nostro Paese. Saranno più che contenti di aiutarti a fare il grande passo, quello verso la mobilità del futuro.