Lavorare con il muletto: cosa serve?

Per chi desidera lavorare come carrellista, magazziniere o scaffalista è obbligatorio possedere il patentino carrello elevatore. I carrelli elevatori chiamati anche muletti, rientrano nelle attrezzature di lavoro per le quali è necessaria una specifica abilitazione. ​Guidare un carrello è un ruolo di grande responsabilità che richiede accuratezza, precisione e la capacità di valutare i rischi connessi al trasporto delle merci. Funzionante grazie all’impiego di motori elettrici, diesel o a gas, viene impiegato per sollevare e poi movimentare le merci nei magazzini o per caricarli e scaricarli dai mezzi di trasporto. L’attestato è obbligatorio per legge e viene richiesto nel caso di un controllo. Quindi è bene munirsene per essere in regola.

Per svolgere la loro attività, i carrellisti necessitano di conoscenze e competenze specifiche. Il personale va perciò scelto, addestrato e istruito con particolare cura. Il patentino carrello elevatore è l’attestazione rilasciata da un ente qualificato previa il superamento del corso di abilitazione ”corso carrelli elevatori” per la conoscenza e la capacità corretta di utilizzo del carrello. Il corso è riservato ai Lavoratori, ai Datori di Lavoro e ai Lavoratori Autonomi che intendono conseguire il patentino di abilitazione per il muletto.

Durante la prima parte teorica del corso vengono trattate tutte e tre le tipologie di carrelli elevatori, durante le prove pratiche il corsista può scegliere se ottenere l’abilitazione per una sola tipologia di carrello e tutte e tre. Il Corso permette di apprendere, in modo rapido ed efficace, come usare in sicurezza il carrello elevatore partendo dalla conoscenza del macchinario e dei rischi connessi al suo utilizzo, per arrivare all’addestramento pratico assistito. La durata del patentino per carrello elevatore è di 5 anni dopodiché, si partecipa ad un corso di aggiornamento dalla durata non più di 12 ore bensì di 4 ore ogni 5 anni.