Macbook usati: una panoramica completa per i tuoi acquisti

I macbook usati sono laptop (computer notebook) prodotto da Apple Inc. Il primo modello di laptop MacBook è stato rilasciato nel maggio 2006. Nel corso degli anni sono state rilasciate alcune serie di notebook. La famiglia MacBook ha continuato a rivoluzionare i notebook della serie powerBook con nuovi modelli come il potente MacBook Pro e l’ultraportatile MacBook Air. Il 9 marzo 2015 Apple ha lanciato una nuova linea di MacBook usati che utilizzava processori Intel Core M di sesta generazione.

A differenza di altri computer portatili fabbricati e progettati da Apple, i macbook usati non vengono forniti con un’unità CD / DVD. Gli utenti dei macbook usati sono tenuti ad installare software e programmi su disco utilizzando un disco remoto o un MacBook Air Superdrive. I portatili MacBook usati possono connettersi a Internet utilizzando una connessione Ethernet cablata, una rete Wi-Fi o un adattatore ottico USB Ethernet.

Scheda grafica Radeon pro: novità

Secondo Apple, la batteria dei macbook usati da 11 pollici possono durare fino a 9 ore mentre i macbook usati da 13 pollici possono durare fino a 12 ore senza una ricarica. Tra le caratteristiche tecniche dei nuovi MacBook Pro annunciati da Apple spicca la scheda grafica Radeon Pro, che può dare il meglio di sé nella creazione di contenuti grafici associato come periferica di input all’ampio trackpad Force Touch, rimane invariata la Touch Bar e il Touch ID, gli altoparlanti stereo dinamici, il silenzioso sistema di raffreddamento progettato da Apple.

MacBook usati: il sistema operativo è OS X El Capitan corredato dalle ultime tecnologie

Sui MacBook usati sono montate le ultime tecnologie wireless, come Wi-Fi 802.11ac e Bluetooth 4.0, per una connettività senza fili ultrarapida. Inoltre è stata prevista la memoria da 8GB standard su tutti i modelli di MacBook Air da 13“. Il sistema operativo è OS X El Capitan, migliorato in tutto e per tutto, a cominciare dal design e dalle prestazioni delle applicazioni. Anche le applicazioni sono destinate a cambiare, ad esempio con iMovie si possono realizzare video in prima persona, mentre con GarageBand si può creare musica o simulare il suono del piano o della chitarra.